Salta al contenuto

Direttore Sanitario

        

D.ssa Virginia Scafarto

 

contatti:

pec   direzionesanitaria@pec.aslnapoli2nord.it

tel.: 081-18840570

       081-18840220

 

 

Il Direttore Sanitario concorre alla Direzione Strategica e al Governo dell'Azienda attraverso la definizione delle linee e delle politiche aziendali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di salute, alla garanzia di equità nella opportunità di accesso ed al raggiungimento del miglior rapporto efficacia-efficienza e qualità nella allocazione delle risorse e nella erogazione dei servizi sanitari.

 

E' responsabile della definizione e della direzione del governo clinico avvalendosi a tal fine, e per le parti di rispettiva competenza, dei Direttori di Distretto, del Direttore del Presidio Ospedaliero e dei Direttori dei Dipartimenti.

 

Il Direttore Sanitario dirige i servizi sanitari secondo le modalità proprie dell'indirizzo/controllo e, nell'ambito delle sue specifiche competenze, ha le seguenti attribuzioni:

-  Partecipa con il Direttore Amministrativo, unitamente al Direttore Generale, che ne ha la responsabilità, alla direzione dell'Azienda;

-  Partecipa alla funzione di committenza, anche attraverso l'attribuzione di obiettivi e risorse alle strutture sanitarie;

-  Dirige i servizi sanitari negli ambiti previsti dalle Leggi Regionali, e segnatamente dall'art. 23 della L.R. 32/94, dal D.Lgs. n. 502/92 e successive modifiche ed integrazioni, fatte salve le competenze, le responsabilità e le funzioni individuali dei singoli dirigenti previste dall'articolo 16 e 17 del D.Lgs. 29/93 e successive modifiche ed integrazioni;

-  Assume diretta responsabilità di tutte le funzioni attribuite alla sua competenza;

-  Concorre, con la formulazione di proposte e di pareri, alla formazione delle decisioni del Direttore Generale.

 

Il Direttore Sanitario presiede il Consiglio dei Sanitari, è componente di diritto del Collegio di Direzione e fornisce parere obbligatorio al Direttore Generale sugli atti relativi alle materie di competenza.

 

In caso di assenza o di impedimento le funzioni del Direttore Sanitario sono affidate dal Direttore Generale, su proposta del Direttore Sanitario, ad un dirigente sanitario in possesso dei requisiti prescritti per ricoprire la stessa funzione.

 

Per la qualità del proprio lavoro il Direttore Sanitario si avvale delle funzioni di staff della Direzione Aziendale e di un'apposita Tecnostruttura Sanitaria e organizza, attraverso la formalizzazione di Programmi Aziendali, il governo sanitario di funzioni trasversali affidandone le responsabilità a figure autorevoli nell'ambito delle competenze specifiche necessarie allo sviluppo dei programmi medesimi.

 

Presidia la funzione aziendale di committenza anche attraverso il coordinamento dell'attività di ricerca epidemiologica e sociale finalizzata alla valutazione dei bisogni di salute e della qualità dei servizi prodotti e acquisiti all'esterno.

 

Sostiene e sviluppa la funzione di Marketing strategico sia per l'interpretazione della domanda e dei bisogni, sia per l'analisi della congruenza domanda-offerta.

 

Coordina la funzione di supporto tecnico alla Conferenza Sanitaria Territoriale per l'elaborazione dei Piani per la Salute.

 

Dirige i programmi di promozione e di Educazione alla salute coerentemente con le linee di sviluppo dei servizi indicato dall'OMS.

 

Coordina le funzioni relative ai Programmi Aziendali così come individuati dall'Azienda.

 

Presidia l'implementazione del nuovo modello assistenziale, configurando il momento di sintesi e coerenza sia analitica sia operativa, e presidiando i livelli organizzativi da integrare nel contesto delle attività complessive.

 

Il Direttore Sanitario ha piena facoltà di avocazione di atti o di esercizio di poteri sostitutivi quando le necessità di istituto lo richiedano.