Salta al contenuto

Direttore Generale

      

Dr. Antonio D'Amore

 

 

contatti:

mail  direzionegenerale@aslnapoli2nord.it

pec   direzionegenerale@pec.aslnapoli2nord.it

Segreteria   tel.    081.18840567

                            081.18840225

                 

 

Il Direttore generale è l'organo di vertice dell'Azienda al quale sono attribuiti i poteri di governo, la rappresentanza legale e la responsabilità complessiva dell'Azienda.

 

E' responsabile delle funzioni di indirizzo politico-amministrativo e strategico dell'Azienda che si esercita attraverso la definizione degli obiettivi e dei programmi da attuare e la verifica della rispondenza dei risultati dell'attività e della gestione agli indirizzi impartiti.

 

Nell'esercizio delle funzioni proprie del suo ufficio si avvale della collaborazione del Direttore Amministrativo e del Direttore Sanitario, nonché di tutti gli organi previsti dalla norma quali soggetti partecipativi in ordine alla assunzione dei provvedimenti finalizzati ad assicurare il miglior andamento Aziendale.

 

In aderenza ai principi ispiratori ed ai criteri guida dell'attività aziendale, il Direttore Generale, individua con proprio atto i provvedimenti e le materie decentrate alla attività e responsabilità delle dirigenze medica ed amministrativa che la esplicano in piena autonomia.

 

Il Direttore Generale riserva direttamente alla sua competenza gli atti di "alta amministrazione" ed ha piena facoltà di avocazione di atti o di esercizio di poteri sostitutivi quando le necessità di istituto lo richiedano.

 

In caso di assenza o impedimento il Direttore Generale delega le funzioni di governo al Direttore Sanitario o Amministrativo; in carenza di delega esse sono svolte dal Direttore Sanitario o Amministrativo più anziano di età.

 

Al direttore generale spettano in particolare:

-  La definizione degli obiettivi e dei programmi aziendali, nel quadro della programmazione sanitaria nazionale e regionale;

-  L'adozione di direttive generali per la gestione dell'Azienda;

-  La definizione di atti di indirizzo interpretativi ed applicativi in materia di norme nazionali e regionali;

-  L'adozione di tutti gli atti relativi al piano pluriennale di attività;

-  L'adozione di tutti gli atti relativi alla programmazione finanziaria e di bilancio;

-  L'individuazione delle risorse umane, materiali e finanziarie da destinare alle diverse finalità e la loro ripartizione tra le strutture;

-  L'adozione degli atti relativi all'assunzione del personale;

-  La verifica di rispondenza dei risultati della gestione alle direttive generali impartite, con il supporto del nucleo di valutazione;

-  La nomina del Collegio sindacale;

-  La nomina o la revoca del direttore amministrativo e del direttore sanitario;

-  La nomina del collegio di direzione e del consiglio dei sanitari;

-  La nomina del nucleo di valutazione;

-  La nomina del collegio tecnico;

-  L'adozione dell'atto aziendale;

-  L'adozione degli atti soggetti all'approvazione della Giunta regionale;

-  La nomina e la revoca degli incarichi di struttura complessa e semplice; il conferimento di incarichi di natura professionale, di consulenza, studio e ricerca, di funzioni ispettive di verifica e controllo; il conferimento di incarichi mediante contratti a tempo determinato per funzioni di particolare rilevanza ed interesse strategico; il conferimento di incarichi mediante contratti a tempo determinato per l'attuazione di progetti finalizzati; la nomina e la revoca degli altri incarichi alla dirigenza, anche su  proposta del Direttore Sanitario, del Direttore Amministrativo, del Comitato di Dipartimento, del Direttore di Dipartimento, di Presidio, di Distretto e degli altri responsabili di strutture complesse, secondo le rispettive competenze;

-  La disciplina dell'attività libero-professionale;

-  L'adozione di regolamenti interni per l'organizzazione, la gestione ed il funzionamento dell'Azienda;

-  L'adozione ed approvazione del programma delle attività territoriali;

-  L'adozione di tutti quegli atti che la normativa attribuisce alla sua competenza diretta in quanto titolare della funzione di governo dell'Azienda.